Come diventare Milite


La nostra Pubblica Assistenza si avvale della collaborazione di un consistente numero di Militi Volontari. Anzi, la loro attività è fondamentale per garantire lo svolgimento dei servizi e l’attività di soccorso in convenzione con il sistema 118 Liguria.
Come diventare Milite Volontario? Come primo passo, scarica la scarica PDF e consegnala compilata in segreteria. Sarai contattato al più presto per un breve colloquio personale dove approfondiremo le reciproche conoscenze. Ti daremo tutte le informazioni necessarie e risponderemo a tutte le domande che vorrai farci. Lo scopo è quello di instaurare un clima sereno e informale perché si possa prendere la propria decisione in piena coscienza.
Il passo successivo sarà l’affidamento ad un tutor che ti seguirà nel tuo percorso di inserimento nell’organico dei Militi Volontari della Croce Verde Recco.

La nostra Pubblica Assistenza ricerca Militi Volontari di ogni età. Si può entrare a far parte della Croce Verde Recco a partire dai 16 anni compiuti, tuttavia l’attività di Milite Volontario si addice ai giovani come a coloro che hanno già i capelli bianchi. I primi saranno guidati nel percorso formativo per diventare Militi Volontari Soccorritori, mentre chi ha già compiuto gli “anta” potrà essere di grande aiuto nello svolgimento dei cosiddetti servizi bianchi – ovvero quelli non in urgenza – per i quali si utilizzano le auto (Fiat Qubo e Doblò) e che consistono in accompagnamenti a visite mediche, accompagnamenti a scuola, dimissioni, trasporto pazienti dializzati eccetera.

Quali sono i requisiti richiesti? Se maggiorenni, essere in possesso della patente di guida tipo “B” (da almeno 2 anni per la guida dell’ambulanza), essere di sana e robusta costituzione, avere il Certificato Penale Casellario Giudiziale nullo. Sono molto importanti la predisposizione ai rapporti umani, la puntualità, il rispetto degli impegni presi, la capacità di operare in team. Inoltre, un requisito importante è la disponibilità a sviluppare una adeguata preparazione con l’ausilio di appositi corsi di apprendimento teorico e pratico tenuti da istruttori professionisti e dell’esperienza maturata con la collaborazione di tutti i Militi, dipendenti e Volontari.